Quel che ho portato

31 ottobre 2014

La gonna blu e quel suo indimenticabile bottone a forma di barca, il sorriso sdentato di mia sorella  e le mani ruvide della mia mamma, il profumo del colletto del babbo e quel neo sul ditino che col tempo è scomparso. Quisquilie, nonnulla, tesori: mi garba parecchio quel che ho portato con me dal passato.
Sfocati d’insieme e nitidi nei dettagli i miei ricordi somigliano alle foto che amo fare. 
Son proprio contenta di non esser cambiata poi molto da quella bambina che giocava con le briciole rimaste accanto al tovagliolo. Son proprio contenta oggi tra le mie foglie i miei vasi e i miei nidi trovati sull’alloro. Son proprio contenta di sapere che la mia vecchia me avrà queste piccolezze con cui sognare.




E’ venerdì e scrivo un post invece di lavorare :) ma non resistevo avevo voglia anche di dirvi che

domani ,
Sabato 1 Novembre alle 17:00 sarò a peccati di gola a Mondovì  piazza Maggiore ...area dolci  

Sabato 15 Novembre festeggerò la ristampa di quello che piace a Irene al Valdirose  porte aperte focacce e vino per tutti 

vi aspetto

quello che piace a Irene a Milano

17 ottobre 2014

Mi voglio portare un po’ di casa a Milano e stasera farò finta di essere nella mia cucina 
ed aver voi come ospiti.
vi aspetto con Quello che piace a Irene 

alle 18.30 in piazza V giornate al COIN












è arrivato Ottobre, io esco

06 ottobre 2014


Schiacciare noci col sole che scalda la nuca mi pare insolito e bello. E se ad ogni guscio rotto mi ripeto “l’ultima" sapendo che non sarò vero , ad ogni mattino scarto la finestra cercando in un cielo caldo e celeste e sperando in cuor mio che non sia l’ultimo per davvero...Quanto avevi ragione quando dicevi che per goderselo devi mettere un punto interrogativo su ogni cosa!

Oggi vivrò anche per te questo profumo d’estate. Lo vivrò come fosse un tuo  regalo dal cielo. Ciao nonna, è arrivato Ottobre,  io esco.
Fuori da questo portone bianco, Roma mi aspetta.
(… si le parole per questo post in sospeso sono arrivate in vacanza…)








quello che piace a Irene from Valdirose on Vimeo.

Settembre al Valdirose

16 settembre 2014





Hai ragione ho dimenticato di salutarti. Ma te lo dico adesso che la luce delle tue mattine pare di un innamorato in fondo al binario. Ti chiedi se arriverò ma son già dietro al finestrino che ti osservo ridendo. Ma quanto sei bello così trepidante ? Ciao Settembre potessi ti bacerei. Smettila di guardare lontano, ci sono, eccomi qua e la risposta è "sì", ci sto … cominciamo insieme questa nuova stagione!






I finally welcome the amazing french larkspur   
e poi settembre mi ha portato anche french larkspur  :)

press: Valdirose su Natural Style

05 settembre 2014

C’è stato un momento in cui tutto era solo qualcosa da pagare e stanchezza e sogni che mannaggia al giorno in cui mi erano entrati in testa. Io sentivo solo fatica come quella della scorsa notte, di quando ci siamo incontrati a metà strada camminando nel buio di via Val di rose, ricordi? Ti portavo le uova per farmi fare la torta dalla mamma e dormire un po’ di più al mattino seguente.




E poi, invece, tra il fresco delle lenzuola ho pensato che quel momento era stato proprio bello : dividere la stanchezza in due, con te. Ripensare ai momenti difficili è ciò che mi fa sentire davvero forte e felice come quando mi dicevi "tu sì che sei un uomo mica la mamma” .



Oggi sfoglio Natural Style e vedo un articolo su di me: l’economia è donna c’è scritto ed è vero. Basta vedere le nonne: una tosta con la falce ad esigere un campo come tutti gli altri nonostante avesse 3 figlie donne, l’altra eterea e romantica che guarda negli occhi il vecchio proprietario del Valdirose esprimendo il desiderio di tornare un questa casa.


L’economia è donna ma accanto servono uomini come Paolo e te. Grazie babbo: stammi sempre vicino, dimmi ancora che sono forte come dopo l’incidente della mamma, lasciami cadere e ti farò vedere come ho imparato a rialzarmi, trova per me ogni giorno un motivo per stappare la bottiglia buona, fammi arrabbiare e poi prendimi in giro perché, hai ragione, se non rido non sono io, continua ad essere il guardiano e l’anima di questa casa, raccontami i tuoi sogni e festeggiamo quando sogni di volare come da ragazzo,  ma soprattutto vivi, vivi tanto e fammi vedere come si fa perché da te ho un sacco di cosa da imparare.
tua








caleidoscopio

03 settembre 2014

Sono ciliegie , sono fiori di campo che stanno bene a mazzetti, sono quel "sasso a cuore” che regali a chi vuoi bene o il tuo ultimo biglietto d’amore conservato sotto il cuscino. Sono belli esagerati i tuoi pensieri e se ci penso vorrei essere un po’ più piccina per esserti amica.

Vorrei coglierli e fermarli con un nastro di raso come un bouquet di lettere scritte a mano ma arrivano troppo improvvisi, improvvisi come i tuoi lacrimoni per un mio tono sbagliato.  
Vorrei avere più tempo per starti a guardare ma hai una vita tutta tua da fare. Mi raccomando figlia mettici lo stesso impegno che dedichi a quella pozione di fiori che ti aspetta in giardino.





Due mesi di assenza son tanti e pochi. Chi mi segue su ig sa quante ne son capitate in queste settimane al Valdirose. Ospiti, shooting, matrimoni, feste, un viaggio dalla mia amica e al ritorno un nuovo armadio in regalo, il vecchio finito su depop, il primo anno di giardino festeggiato su steller, nuove amiche, fiori, pomodori e canzoni. La vita guardata all’indietro pare un caleidoscopio: vado ad aggiungere nuovi pezzetti così chissà domani quale figura vien fuori.




oggi mi trovate su IO DONNA  grazie a Pepite per tutti